UA-51082228-1 » Racconti Archive | Rivista Origine UA-51082228-1
  • EMMA di Monica Mazzitelli

    Inverni lunghi, freddi, umidità appesa a filari di pioppi che finiscono solo perché finisce anche l’orizzonte. La casa-cascina perduta in tutto questo silenzio, tra Imola e Lugo. Costruita da Giuseppe, il padre siciliano, terza elementare, uomo di tre parole al massimo, diventate due dopo l’incidente a Franco, il secondo figlio. Complicazioni al parto, anca rovinata Continue Reading

  • 55 SECONDI di Luca Masali

    È una bella giornata di primavera. Come sempre, del resto. Sono quasi sessant’anni che presto servizio qui. Ventiduemila mattine di primavera. In questi anni, per fortuna non c’è stato molto bisogno di me. Oggi però mi tocca. Non so chi stabilisca chi deve stare dietro il bancone, o come faccia a sapere che c’è bisogno Continue Reading

  • ANGURIE di Michele Infante

    Che caldo fa: la litoranea è un forno, e le auto si muovono lente sull’asfalto incandescente. Il nostro camioncino con le angurie è fermo al solito posto, l’incrocio con la statale per Pontecagnano. A pochi metri, la pineta e dopo la sabbia lunga, interminabile, gialla; infine l’ingresso del “Camping Mimosa”, affollato da un viavai di Continue Reading

  • PRATO di Sandro Veronesi

    “Lavorando in casa con quattro vecchi telai mio padre la casa se l’è comprata, mi ha fatto studiare, mi ha regalato la macchina e mi ha pagato le vacanze alle Maldive. Io allora ne ho pre¬si otto, di telai, e mi sono affittato un capannone al ma¬cro¬lot¬to. Volevo fare di più, volevo migliorare; ma ormai Continue Reading

  • AMORI ROMANI di Antonio Pascale

    A Roma, per qualche tempo, ho guardato le ragazze attraversare la strada. Venivo da Caserta dove cambiare marciapiede è una cosa che impari subito, io, infatti, già a sei anni attraversavo che era una bellezza. In pratica, devi solo buttarti per primo e poi fare segno alla macchina di rallentare. Non è niente di che, Continue Reading

  • FORSE E’ GIA’ MATTINO E NON LO SO di Matteo B. Bianchi

    “Val la pena vivere solo dalle 11″ Diana Est – “Tenax” Gli occhiali scuri, lo ammetto, sono solo uno sfizio personale. Soprattutto di sera. Di certo non li indosso per camuffarmi, non ce ne sarebbe alcun bisogno. Sono così diversa da allora: vent’anni di distanza, due figli alle spalle, una vita vissuta come moglie e Continue Reading

  • SALVAMI

    La ragazza era sudata; la sua gonna bianca aveva uno strappo su un fianco. I piedi sporchi di polvere grigia parevano due lame seghettate. Se ne stava seduta per terra davanti alla chiesa barocca la cui facciata corrosa dal tempo e dallo smog era dominata da un enorme angelo di pietra. Il sole era caldo Continue Reading

  • COME MARILYN MONROE di Tiziana Lo Porto

    Nel film c’è Cary Grant che le dice: “Non saprei come separarmi da te, Rosalyne. E questo mi sorprende”. E lei gli risponde: “Limitiamoci a vivere, come dicevi tu al bar”. Io non so mai come orizzontarmi. Ieri ho incontrato un vecchio amore e mentre gli parlavo pensavo a quando poi tutto finisce e sei Continue Reading

  • VACANZE ROMANE Davide L. Malesi

    - Ti dissi: scinni! Vidi i’finilla. – La voce di Enzo, supplichevole, stonava in un ruolo che non era il suo. Lui, abituato a comandare. – Vidi i’finilla, pi’ffavuri. – Ma che hai? – gli chiesi. Facevo lo gnorri. Tanto lo sapevo. Quand’ero ragazzino volevano sfrattare la libreria in cui Diana era riuscita a sorridere. Continue Reading

  • LE BARZELLETTE Vincenzo Cerami

    Saranno state le quattro e un quarto di mattina. Il signor Cossa fu svegliato da una voce che sembrava venire dall’oltretomba. – Signor Cossa – gridava quella voce – mi apra… per l’amor di Dio, mi apra! L’uomo si destò spaventato. Riconobbe subito la voce del condomino, un mite agente di pubblica sicurezza dall’aspetto giovanile Continue Reading